Seleziona una pagina

In questi giorni tutti gli enti che possono accedere agli elenchi per la distribuzione del 5 per mille stanno lanciando le loro campagne di comunicazione. Tutti mirano al max numero di preferenze con la certezza che occorre prenderne di più per mantenere gli attuali importi di erogazione. È infatti possibile affermare che l’importo assegnato alle organizzazioni non profit non corrisponda effettivamente al 5 per mille ma a poco più di un 4 per mille. Questo il motivo per cui nell’ultimo dato reso noto (campagna 2010) anche se molte organizzazioni hanno visto aumentare il numero di preferenze espresse poi hanno notato un calo dell’importo assegnato. Il taglio complessivo del 5 per mille per l’anno 2010 è stato pari a 60 milioni di euro; secondo alcuni calcoli se andiamo a moltiplicare l’importo assegnato nel 2010 per 1,15 otteniamo la reale cifra che i contribuenti hanno assegnato agli enti beneficiari.

Non dimentichiamoci però di iscriverci agli elenchi! Ecco qua la circolare dell’agenzia delle entrate (circolare nr. 6:e del 21 marzo 2013) che disciplina la solita iscrizione con tempi e modalità. Buon lavoro a tutti!